top of page
  • Maria

Ritorno in Magagascar

Finalmente di nuovo in Madagascar dopo quattro anni di assenza forzata.


È sempre l’impatto con un altro mondo, al quale ormai sono profondamente affezionata.


Sempre persone che ti accolgono e ti fanno sentire a casa.


Ogni volta faccio fatica ad accettare l’estrema povertà che vedo intorno a me e, consapevole di tutto quello che mi è stato dato, mi sembra di non riuscire a dare abbastanza.


Antananarivo sempre caotica, con un traffico ormai ingestibile e invivibile, ma in certi punti della città si intravedono pretese europee e un nuovo aeroporto nuovo di pacca... ma anche, sempre bambini e adulti che vivono in mezzo alla strada e chiedono l’elemosina per sopravvivere.


La strada principale del paese, e l’unica verso il Sud, è ormai in lunghi tratti quasi una pista, perché l’asfalto è costellato da profonde buche. Qualche anno fa, partendo da Antananarivo, arrivavamo a Isoanala in due giorni, ora ce ne vogliono tre, se non quattro.


Un’esperienza strana, quest’anno: tanta pioggia, anzi acquazzoni e straventi, che per fortuna a Isoanala non hanno fatto danni, ma che a Tulear hanno distrutto interi villaggi. Il ciclone Freddy!!


Perciò, finalmente acqua in abbondanza per i campi e tante rigogliose risaie… che significa non soffrire la fame. Ma in ospedale pochi pazienti, complice il brutto tempo e il richiamo del lavoro.


Purtroppo problemi tanti: le batterie in esaurimento, l’apparecchio del laboratorio da cambiare, l’ecografo che si è rotto, ecc…


Ma il nostro piccolo ospedale è sempre lì e le Suore anche… E le novità positive sono tante: una nuova giovane dottoressa, un dentista presente al bisogno, un pozzo che fornisce acqua potabile, ecc…


La nuova futura madre regionale del Madagascar suor Suzanne ispira fiducia e collaborazione.


Aggiungo un pensiero per i genitori affidatari: tanti bimbi ringraziano.


E arrivederci in Madagascar l’anno prossimo!!! Ma sarà un anno di grande lavoro per tutti, anche da qui!

46 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page