top of page
  • Marco Sanlorenzo

Madagascar: gli aggiornamenti degli ultimi due mesi


La strada Nazionale (ph: https://midi-madagasikara.mg/)

Negli ultimi due mesi si è assistito a una riduzione dell'inflazione e anche del deprezzamento della moneta locale: attualmente il cambio è fissato a 4.887 Ariary per un euro, con tale somma non si riesce ad acquistare un chilogrammo di riso, poiché il prezzo è schizzato oltre i 5.000 Ariary!


Il governo malgascio, nonostante numerosi problemi legati alla gestione del bene pubblico, in questo periodo "gode" di notevoli contributi erogati dagli Organismi Internazionali e ha lanciato un ambizioso programma di riabilitazione delle principali strade del paese, tra queste dovrebbe essere interessata anche la Nazionale n. 7 che collega la capitale con il Sud e passa da Isoanala. La Nazionale da Ihosy si trasforma in una pista disagevole, difficilmente praticabile quando piove e quando transitano i cicloni stagionali e per arrivare a Isoanala da Antananarivo adesso occorrono 3 giorni se non vi sono intoppi o problemi lungo il percorso. Già in passato erano stati svolti alcuni lavori, ma poi tutto si era fermato perché i fondi erano terminati, o meglio erano "spariti".


Il problema sicurezza rimane all'ordine del giorno, con numerosi atti di banditismo e assalti a villaggi isolati. Recentemente non sono neppure rispettati i luoghi sacri per la popolazione Sakalava e Boina e il loro santuario, il Doary Miarinarivo situato nei pressi di Mahajanga, è stato investito da circa 30 individui, una parte dei quali è stata neutralizzata dalla forze speciali dopo violenti scontri armati, come riferito da Midì Madagascar.


Il medesimo giornale sottolinea come lo stato di insicurezza si riflette nell'alto numero di minori detenuti nella prigione centrale di Antanimora (sovente i minori sono utilizzati dalle varie gang per atti criminosi). Attualmente sono detenuti 122 minori, dei quali 92 molto giovani (13 -17 anni). La cosa molto preoccupante è che 30 di loro sono stati già condannati a delle pene detentive fino a 20 anni di prigione! La fondazione AXIAN segnala come molto preoccupante il rispetto dei diritti dei minori in tale situazione.


Nonostante le piogge che sono cadute in alcuni distretti del Sud colpiti dalla grande siccità, la situazione rimane critica: MSF segnala come l'accesso all'acqua rimane molto problematica.


Attraverso la presenza di specialisti dell'ONU e della FAO sono state distribuite in alcuni distretti colpiti dalla siccità, e quindi dalla fame successiva, delle sementi resistenti alla siccità che dovrebbero garantire una produzione agricola sufficiente alla popolazione locale; non bisogna dimenticare che nei momenti più critici la popolazione poteva ricorrere solo a succhiare e masticare la polpa dei cactus!


Tale situazione comporta inesorabilmente il consumo di carne di specie selvagge (come ad esempio lemuri o tartarughe di terra) che sovente rappresentano l'unica possibilità di sfamarsi temporaneamente. Il depauperamento quindi di tale fauna è legato all'insicurezza alimentare: per riuscire ad avere un rispetto dell'ambiente e la sua conservazione bisognerà assolutamente prima garantire l'alimentazione della poverissima popolazione.

18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page