top of page
  • Marco Sanlorenzo

La tempesta Cheneso ha colpito il Madagascar

Piogge e tempesta

Dopo la lunga siccità (4 anni) sono arrivate le piogge, ma purtroppo in molte località sono arrivate in maniera disastrosa.


La tempesta tropicale denominata Cheneso ha colpito le regione Centro Nord dell'isola, a partire dal 16/17 gennaio: si contano fino ad ora 8 morti, 20 dispersi, oltre 46.000 sinistrati e circa 20.000 persone che hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni e per ora sono ospitate in centri di smistamento (fonte madagascar-tribune.com).


Molte le scuole distrutte, con la necessità di interrompere la frequenza scolastica, oltre a migliaia di ettari di risaia inondati e quindi resi inservibili. Sono stati distrutti molti ponti e resi gravi danni alla rete stradale e anche ai collegamenti aerei interni.


L'effetto della tempesta tropicale si è fatta sentire anche a Sud, con piogge abbondanti in alcune regioni: qui la speranza è che non siano solo delle precipitazioni effimere e transitorie.


Sicurezza

La situazione generale rimane tesa e complicata in Madagascar. Sono segnalati continui scontri tra gendarmi / militari e gruppi organizzati di ladri e banditi con l'uccisione di diversi tra quest'ultimi da parte delle forze speciali.


Situazione economica

La grave situazione economica comporta situazioni disperate: la grave urgenza alimentare nel Sud ha fatto sì che sia stato scoperto un "traffico di bambini": i genitori disperati e alla fame hanno messo in vendita i loro figli nell'incapacità di fornite loro un adeguato nutrimento. A Ikongo (Sud-Est Madagascar) sono stati venti i casi segnalati di bambini venduti a coppie provenienti da altre regioni.


Incidente stradale

In questa drammatica situazione il 28 dicembre 2022 sulla strada che collega Fianarantsoa a Manakara (città sulla costra Est) sono morti a seguito di un incidente stradale un padre e due suore cattoliche e una coppia di medici malgasci, uno dei quali era il primario dell'Ospedale di Ampasimanjeva: uomo coraggioso, sempre disponibile e sovente impegnato in attività di volontariato verso la povera popolazione.


Situazione sanitaria

Il 22 dicembre scorso, infine, è ricomparsa ufficialmente al peste nelle vicinanze della capitale, con i primi 5 decessi ufficiali. Per precauzione le scuole sono state chiuse e si cerca di arginare il fenomeno, anche se purtroppo è molto difficile a causa della penuria di mezzi e personale e anche della scarsa collaborazione da parte della popolazione.



12 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page