top of page
  • Marina Cornacchiari

Seconda missione in Madagascar: il progetto di riforestazione


Circa 10 anni fa abbiamo deciso di dar vita a un progetto di riforestazione dei terreni che circondano l'ospedale di Isoanala con l'obiettivo di poterlo rendere autonomo dal punto di vista energetico (in questo caso il carburante è la legna) e alimentare (frutta e verdura), ma anche per dare un esempio alla gente che ci vive e far capire che le piante sono estremamente importanti e non devono solo essere tagliate, ma anche reintrodotte.


Abbiamo piantato, ovviamente, alberi tipici del sud che richiedessero poca acqua, vista la siccità degli ultimi anni. I risultati sono visibili: il giardino attorno al centro è adesso rigoglioso rispetto a prima con numerosi alberi.


Anche se delle 500 piante di eucalipto e palissandro del sud, piantate in un terreno vicino all'ospedale, ne sono cresciute circa la metà di cui 150 sono palissandri, riteniamo che sia un grosso successo, proprio per il problema della grave siccità degli ultimi anni.


Stiamo quindi continuando in tal senso: quest'anno abbiamo seminato una zolla di terra con semi di acacia, albero molto bello, ma anche utile per costruire mobili. Verranno anche piantati altri alberi da frutto oltre a quelli già presenti. Speriamo che i risultati siano positivi come quelli visti quest'anno.

18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page