top of page
  • Marco Sanlorenzo

Madagascar: le novità di inizio marzo

Clima e tempeste

ph www.madagascar-tribune.com

Dopo la tempesta tropicale "Cheneso", il Sud Madagascar è stato colpito dal ciclone "Freddy", che ha interessato in particolare la regione di Tolear con venti forti e piogge intense determinando inondazioni e obbligando parte della popolazione a essere evacuata in luoghi più sicuri. La situazione sanitaria nella grande isola permane estremamente precaria.


Novità sanitarie

ph www.madagascar-tribune.com

Nei primi giorni di marzo è stata lanciata l'iniziativa della "Carovana medica mobile", per ora solo in Capitale e nei dintorni. Queste cliniche mobili, 17 quelle attive attualmente, sono state organizzate grazie agli aiuti internazionali e cercheranno di supplire alla carenza di servizi sanitari offrendo alla popolazione più povera cure gratuite, accertamenti di base (come radiografie ed ecografie, visite mirate con depistaggio delle patologie diabetiche, ipertensione arteriosa, HIV, tubercolosi e tumore del seno - quest'ultimo molto frequente nella popolazione femminile!), nonché sarà presente anche una dentisteria mobile per offrire le cure del caso.

In pochi giorni circa 30.000 persone hanno beneficiato di queste prestazioni.


Purtroppo questi servizi sono stati limitati nel tempo e, per ora, non proseguiranno oltre il 10 marzo. La strategia delle "cliniche mobili" potrebbe essere l'unica valida, non solo nei grandi centri abitati, ma in particolare nelle regioni isolate, dove la popolazione non riesce ad avere quasi nessuna prestazione sanitaria.


Ambiente

ph www.madagascar-tribune.com

Una maggiore attenzione all'ambiente, determinante anche per migliore la situazione di vita della popolazione, ha portato recentemente al sequestro di animali protetti e anche di alberi abbattuti protetti. L'ultimo rapporto del "Centro internazionale di sorveglianza della fauna e della flora selvaggia TRAFFIC" è inquietante: dal 2005 al 2020 sono state prelevate dal loro ambiente naturale in maniera fraudolenta oltre 30.000 (!) tartarughe stellate del Madagascar e sono stati abbattuti illegalmente, all'interno delle aree protette, oltre 350.000 alberi!


Il problema legato alle tartarughe stellate , come citato dal WWF, è che molte persone credono che questi animali possano proteggere dall'asma, che sono un antidoto verso i prodotti utilizzati dai malfattori per addormentare le loro vittime, senza contare l'uso culinario e la consumazione locale.


E tutto questo è sua volta inevitabilmente collegato non solo alla disinformazione della popolazione, ma alla corruzione e alla mancanza di mezzi efficaci di protezione ambientale.

13 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page