top of page
  • Marco Sanlorenzo

In Madagascar la situazione è sempre più confusa!

Persiste la situazione di instabilità sociale con notevoli problemi circa la sicurezza. Aggressioni all'ordine del giorno, attacchi da parte di bande organizzate verso villaggi isolati, sparatorie contro vetture in movimento e omicidi vari, sono solo alcuni esempi.


Sicurezza


ph L'Express de Madagascar

Il fatto più eclatante (ne ha dato notizia L'Express de Madagascar) è successo il 5 dicembre nei dintorni di Morombè (costa Sud Ovest del Madagascar). Due fratelli hanno aggredito un loro cugino e gli hanno letteralmente strappato entrambi gli occhi con un coltello. Gli amici hanno prontamente avvertito la polizia e sono stati inviati sul posto dei militari appartenenti alle forse speciali di sicurezza della regione. Questi hanno rapidamente trovato i responsabili dell'atrocità commessa, li hanno catturati vivi e insieme hanno ritrovato una scatola metallica contenente ancora gli occhi e il coltello utilizzato. Dopo un breve interrogatorio i due fratelli non sono stati consegnati ai locali gendarmi, ma sono stati fucilati sul posto senza alcun processo, dopo aver fatto delle foto dei due indiziati; dimostrazione di come i militari abbiano pieni poteri e completa immunità, operando al di fuori di qualunque norma legale. Un fatto molto grave!

I globi oculari non erano destinati al mercato nero degli organi, ma bensì a delle pratiche "magiche" effettuate dagli stregoni locali che preparerebbero così dei potenti talismani da conferire ai banditi il potere di scomparire e rendersi invisibili!


Per ovviare, invece, all'insicurezza lungo le strade principali, nel Nord Est la polizia ha obbligato tutte le società di trasporti pubblici a effettuare viaggi "in colonna", cioè partire non isolati ma organizzare dei veri convogli comprendenti più mezzi, così da cercare di dissuadere dall'attaccare i mezzi e ovviamente poi derubare i passeggeri.


Nel Sud, a Ihosy , all'inizio di dicembre è stato scoperto un vasto traffico di stupefacenti (cannabis) che coinvolgeva un direttore scolastico e 4 gendarmi corrotti. La cannabis cresce ovunque in Madagascar, ma il clima e il terreno delle regioni nel sud Madagascar paiono particolarmente favorevoli per la crescita delle piante e per la loro produzione. Nonostante il fatto che i vari responsabili siano stati sorpresi "sul fatto" , nessuno di loro è stato incarcerato e nei giorni seguenti l'episodio si è complicato poiché gli interessati sono stati sorpresi a cercare di corrompere i poliziotti e il procuratore incaricati delle indagini!


Sanità

La situazione sanitaria resta critica. La fame spinge la popolazione a nutrirsi di "cibi alternativi" con risultati sovente disastrosi. Quattro persone sono morte dopo aver mangiato le larve di un insetto, mentre altri sono deceduti per l'utilizzo di un olio per cucinare estremamente tossico poiché ricavato da composti chimici.


Gli ultimi dati Covid pubblicati (30 novembre - 10 dicembre) indicano un rialzo dei soggetti positivi, delle ospedalizzazioni e dei decessi.


Dall'inizio di dicembre si assiste ad una epidemia virale simil influenzale che determina gravi complicanze nei bambini malnutriti e nelle madri. Soprattutto nei centri più affollati si assiste, inoltre, alla propagazioni di patologie virali non chiaramente identificate con sintomi variabili da influenzali, bronchiti, polmoniti, gastroenteriti.


Tale situazione ha obbligato il Ministero della Sanità a reintrodurre l'obbligo della mascherina nei luoghi pubblici, in quelli affollati e chiusi per cercare di limitare la diffusione, ma per ora queste regole vengono scarsamente rispettate anche perché la mascherina ha un costo significativo per la maggior parte della popolazione, che è povera e stremata.

11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page